Al 4 Salone dell'energia rinnovabile e sostenibile un'approfondita riflessione sul nucleare

19 febbraio 2009
Fra i numerosi eventi di rilievo previsti nell'ambito del 4° Salone dell'energia rinnovabile e sostenibile, che si terrà a Genova dal 5 al 7 marzo 2009, si segnala in particolare una giornata incentrata sul tema del nucleare.

I lavori si apriranno nella prestigiosa sala Liguria alle 10 di sabato 7 marzo l¹EnergethicaCongress nazionale su "Economia, società e sicurezza: il costo del nucleare", che rappresenterà un momento di qualificata riflessione sugli aspetti, prevalentemente di carattere economico, legati ad un eventuale ritorno di tale fonte energetica nel nostro paese. Nel pomeriggio, presso la sala Riviera, il dibattito proseguirà focalizzandosi maggiormente su fattori critici di carattere ambientale ed umano, in una seconda tavola rotonda organizzata da Legambiente, nel corso della quale quest'ultima esporrà ad amministrazioni pubbliche, aziende ed Università le ragioni su cui si fonda la propria campagna nazionale:  "Per il clima contro il nucleare"

Nell¹Energethica Congress nazionale del mattino, che vedrà come moderatore il saggista e giornalista de La Repubblica Antonio Cianciullo, sono previsti interventi di esperti nucleari, esponenti di associazioni di categoria e scienziati, fra cui Nicola Armaroli (ISOF CNR), Aldo Iacomelli (Docente Universitario, ex direttore di ISES e amministratore delegato di E-cube esco), Luca Mercalli (società meterologica italiana onlus conosciuto dalla trasmissione "che tempo che fa" di Fabio Fazio) e Giuseppe Onufrio, direttore di Greenpeace Italia.

L¹obiettivo è quello di originare una discussione aperta che, lungi dal risultare ideologica, parta dai fatti e fornisca maggiori dettagli sui costi del nucleare in termini economici (considerando la costruzione/pianificazione e la gestione/manutenzione delle centrali, ivi compresa l¹esauribilità dell¹uranio e lo smantellamento delle scorie); sociali (benefici economici in capo a pochi soggetti, affievolimento dell'impegno nel risparmio energetico, riduzione di posti di lavoro); ed infine di sicurezza (dipendenza energetica e rischi di incidente bellico/terroristico correlati).

Fra gli organizzatori, oltre a Greenpeace, Assolterm (associazione italiana solare termico) ed ovviamente Energethica, si annovera anche il comitato "Energia per il futuro".

Tale comitato, presieduto da Vincenzo Balzani e costituito da autorevoli esponenti sia della ricerca e sia delle Università italiane, è attivo per la creazione di una sede permanente di confronto sul problema energetico fra esperti del settore e mondo politico, e intende promuovere un programma scolastico di sensibilizzazione circa la necessità di limitare lo spreco di risorse.

Questo convegno è il sesto della serie degli "Energethica Congress" tematici, promossi durante tutto l'anno da Energethica come delle vere e proprie "piattaforme di scambio" tra le diverse personalità coinvolte nel campo della ricerca, dell'industria e della politica, al fine di esaminare le varie opzioni energetiche e di promuovere l'uso delle fonti rinnovabili di energia, favorendo nel contempo l'efficienza ed il risparmio energetico.

Per il programma:
http://www.energethica.it/pdf/EEC09_nucleare_IT.pdf




comments powered by Disqus