Concentratore solare Project, rincorrere il sole per la massima efficienza in riscaldamento

30 marzo 2011
Concentratore solare Project, rincorrere il sole per la massima efficienza in riscaldamento

Concentratore solare Project, rincorrere il sole per la massima efficienza in riscaldamento


Clicca per ingrandire
Per produrre energia dal sole non ci sono solamente i classici sistemi fotovoltaici o solari termici. Soprattutto per quanto riguarda il riscaldamento invernale di una casa, i tradizionali sistemi solari termici lasciano molto a desiderare, essendo appena sufficienti nei mesi freddi per integrare il lavoro di una caldaia tradizionale. Un'alternativa è rappresentata dai concentratori solari, una tecnologia utilizzata ampiamente nelle centrali solari di grandi dimensioni, che permette una grande efficienza con dimensioni relativamente contenute.

L'azienda Zamac di Gardolo, in provincia di Trento, importa e distribuisce per l'Italia proprio questo tipo di generatore solare, un concentratore con una superficie captante netta di 12 mq che può trovare spazio in giardino. Il concentratore insegue il movimento apparente del sole, concentrandone i raggi in un punto focale, che ha una concentrazione di circa 120 soli. In questo modo si possono produrre temperature di esercizio di 800/1000° C.

La radiazione solare concentrata tramite eliostati piani a superficie speculare viene captata dalla caldaia; la caldaia trasforma le radiazioni solari in energia termica. L’acqua, che entra ed esce attraverso due dei quattro supporti tubolari, scorre al suo interno a velocità regolabile in modo da ottenere la temperatura desiderata. Il sistema solare può venire allacciato in parallelo ai sistemi tradizionali di riscaldamento, senza speciali congegni di regolazione e controllo. Riscalda sia abitazioni che uffici fino a 200mt, dotati di termosifoni o impianti a pavimento.

Inoltre, poiché segue costantemente il sole, ha il vantaggio di essere sempre esposto in modo ottimale, e quindi di utilizzare al massimo l’energia incidente, mentre i sistemi piani o a parabola fissa all’alba e al tramonto (cioè nelle ore di maggior richiesta) presentano punti morti. Per questo motivo si possono produrre alte temperature anche d'inverno per 40.000/80.000 Kcal/giorno.
Altro vantaggio della parabola Project è che, avendo poca massa d’acqua esposta e collettore centrale piccolo (42x42 cm), presenta all’alba una ridotta inerzia termica; cominciando a produrre acqua calda con i primi raggi solari, senza richiedere preriscaldamento del sistema. Al tramonto, quando il sole scompare, la parte esposta del collettore che si raffredda è minima e le perdite sono limitate.

Il concentratore Solex in grado di produrre acqua calda sanitaria, acqua surriscaldata, riscaldamento e, abbinato ad assorbitori, produce anche raffrescamento. Il sistema garantisce la regolazione in caldaia, comprende termostato differenziale, lettura termometrica digitale, sonda di sicurezza per il disorientamento e ogni organo meccanico per il normale funzionamento compresa la pompa di circolazione. La struttura portante ed il basamento hanno zincatura a caldo e verniciatura Ral; il basamento, che porta la struttura a reticolo spaziale in alluminio per il sostegno degli eliostati ruota su cuscinetti a sfera. La manutenzione è quindi molto semplice. Non ultimo, varie disposizioni regionali o statali, mirate al risparmio energetico, consentono di ottenere rimborsi parziali.

L'efficienza di produzione è decisamente elevata; ogni singola unità, con il livello di irraggiamento solare medio annuo registrato nel luogo di installazione, ad esempio:
1140 KWh/anno*mq. – arriva a produrre annualmente oltre 11.600 KWh termici
1450 KWh/anno*mq. – arriva a produrre annualmente oltre 14.900 KWh termici
1600 KWh/anno*mq. – arriva a produrre annualmente oltre 16.200 KWh termici
1800 KWh/anno*mq. – arriva a produrre annualmente oltre 18.300 KWh termici
al punto di prelievo (scambio termico); è poi da definirsi le modalità di trasferimento e utilizzo di tale energia termica generata (consumo diretto, accumulo o soluzioni miste).

Caratteristiche tecniche concentratore solare Project:
- Dimensione: 12 m2
- Potenza termica massima sviluppabile: 9,44 kW
- Circuito ad acqua a ciclo chiuso (o glicole o oli minerali)
- Dimensioni caldaia: cm 42 x 42
- Caldaia con trattamento selettivo "Cermet" e alto rendimento
- Tubazioni per il supporto caldaia isolati con lana minerale e rivestimento in acciaio da 5 dec.
- Movimentazione: altazimutale automatica su 2 assi con sensore autonomo di posizione solare
- Peso: circa 480 kg (senza basamento in cemento)
- Struttura spaziale in alluminio
- Specchi in vetro con supporto in ABS
- Rapporto di concentrazione: 120 soli
- Temperatura massima raggiungibile: 1000°C
- Resa a 100° C: 0,927 sull’irraggiamento
- Dimensione specchi: cm 31 x 31
- Numero specchi: 130
- Inseguimento del sole puntuale su due assi automatico
- Pompa, interruttore differenziale incorporati
- Sistema di sicurezza per sovratemperatura, con disorientamento a ovest
- Sistema di protezione al vento con orizzontalizzazione della parabola
- Ritorno a capo all'imbrunire automatico
- Basamenti ruotanti su cuscinetti a sfera
- Struttura portante con zincatura a caldo e verniciatura a forno
- Costo di manutenzione: 0,2% ca.
- Durata del concentratore: oltre 30 anni

Maggiori informazioni:
Zamac
Via Bolzano 45
38100 GArdolo (TN)
Tel. 0461/994410





comments powered by Disqus