Solare termico: quali autorizzazioni per l'installazione sono necessarie?

14 gennaio 2008

In linea di principio un impianto solare termico può essere installato senza alcuna autorizzazione: é sufficiente una semplice dichiarazione di inizio attività, che costituisce di fatto un'autorizzazione automatica, come richiesto per qualsiasi tipo di lavoro di manutenzione straordinaria.

Se si tratta di un edificio in costruzione è preferibile integrare il tetto solare nella licenza stessa dell'edificio in costruzione. E’ sempre consigliato d’informarsi presso gli uffici del comune per verificare che non ci siano ulteriori problemi riguardanti, ad esempio, la tinteggiatura dell'intonaco o l'aspetto esterno dell'immobile.

Nel caso in cui l'impianto ricada in un'area protetta (incluse le zone immediatamente esterne alle aree protette), o con vincoli storici ed artistici, bisogna prendere tutte le necessarie precauzioni in anticipo. L'autorità competente sul territorio (l'ente locale, l’ente parco, la sovrintendenza ai beni culturali,…) dovrà seguire la situazione nella sua particolarità e rilasciare un “nulla osta”.

Recentemente allo scopo di favorire la diffusione di questa tipologia d’impianti alcune leggi regionali (Toscana) o regolamenti edilizi di singoli comuni considerano come attività libera l’installazione d’impianti solari termici con superficie dei collettori inferiore ad un limite prefissato, purché non ricadenti in aree sottoposte a particolari vincoli.

Fonte:
Enel




comments powered by Disqus